I medici parlano spesso di stress per motivare disturbi fisici a cui la medicina non sanno dare una spiegazione. Il termine stress è spesso usato anche per definire una serie di reazioni diverse come la rabbia, la paura, la depressione. Secondo la definizione generale, lo stress è qualcosa che ha a che fare soprattutto con la pressione ambientale, pressione ritenuta avversiva.
Ogni stressor che perturba l'Omeostasi dell'organismo richiama immediatamente delle reazioni regolative  neuro-psichiche, emotive, locomotorie, ormonali e immunologiche. Gli osteopati imparano il trattamento manipolativo per gestire fisicamente gli effetti relativi allo stress.
Lo stress di natura psicologica o emotiva può produrre notevoli cambiamenti nel sistema muscolo-scheletrico, così da influenzare profondamente il funzionamento complessivo del corpo. C'è uno stretto legame tra la postura abituale e gli stati psicologici.

Molte posture scorrette e tensioni fisiche derivano da ansia e stress.

Se questi stati d’animo perdurano le restrizioni e le modifiche cambieranno in modo stabile la postura.

Le tensioni che non vengono risolte si automantengono, e saranno fonte di dolore e maggiore stress.

La capacità di rilassarsi viene spesso persa e ne deriva una notevole dispersione di energia nervosa.


Perché una persona sviluppa un'ulcera, un'altra il diabete ed un'altra ancora la pressione alta? Tutte queste condizioni possono essere il risultato apparente di schemi di stress simili. Ogni persona reagisce però allo stress in modo specifico. Anche in condizioni identiche: considerando persone diverse, reazioni ed effetti variano.

Maggiore attenzione deve essere applicata all'individuo che riceve lo stress, l'unico elemento distintivo da cui deriva il risultato finale. Se i fattori di stress sono costanti o ripetuti frequentemente, e non c'è il rilascio della tensione accumulata, possono manifestarsi una varietà di sintomi, tra cui vertigini, dolori e rigidità muscolare, cefalea, disturbi della vista, ipertensione, problemi circolatori e cardiaci, difficoltà respiratorie, tra cui asma e allergie, palpitazioni, disturbi digestivi, tra cui ulcere, difficoltà di deglutizione, disturbi della glicemia (alta o bassa), mal di schiena, disturbi della pelle, disturbi intestinali (stipsi o colite), problemi della sfera sessuale, etc.

Tutti questi disturbi possono derivare da altre cause, naturalmente, ma spesso compaiono quando vi è una prolungata esposizione allo stress. Fattori di stress nocivi spesso rientrano in categorie quali: problemi nei rapporti personali, pressione eccessiva a causa di scadenze e dei fattori tempo, ansia finanziaria, incapacità di comunicare sentimenti, problemi legati alla personalità (sicurezza di sé, etc.), incapacità di concentrarsi e vivere nel presente (il futuro o il passato dominano), drammatici cambiamenti di stile di vita etc.
Di qui l’importanza di dover affrontare anche questo fondamentale argomento che incide notevolmente sulla salute della persona. 

  • Instagram Icona sociale
  • Facebook Social Icon